Dall’esperienza di Matchplat nell’ambito dell’intermediazione B2B basata su Big Data e la profonda conoscenza del mercato nordamericano di ITACA nasce una nuova partnership dedicata alle imprese italiane desiderose di espandere il proprio business all’estero.

Matchplat - ITACA: la partnership per il mercato nordamericano

Chi conosce Matchplat sa come sin dalla sua fondazione l’azienda abbia supportato aziende italiane e straniere nella creazione di nuovi rapporti commerciali: lo strumento privilegiato sono da sempre tecnologie all’avanguardia, in grado di portare all’interno delle PMI processi di analisi avanzata per la ricerca di nuovi clienti, fornitori, distributori e partner.

Accanto ad algoritmi d’Intelligenza Artificiale in grado di scandagliare database da cui ricavare informazioni aggiornate, un altro elemento fondamentale per poter raggiungere i mercati esteri è rappresentato dalla giusta conoscenza degli usi e costumi della nazione in questione.

Ecco entrare in gioco le competenze di ITACA, società con sede a Toronto che di una profonda familiarità con il mercato nordamericano e le sue dinamiche ha da sempre fatto il suo punto di forza.

Durante la propria esperienza decennale, l’azienda ha supportato attivamente numerose realtà nello sviluppo di nuove relazioni di business negli Stati Uniti e in Canada: attraverso un servizio di consulenza mirata, la società collabora da tempo con imprese e istituzioni di numerosi settori, tra cui tra cui il confezionamento degli alimenti, tecnologia per l’agricoltura, ventilazione e distribuzione dell’aria.

Ci sono molti motivi per cui gli esponenti del Made in Italy dovrebbero considerare il Nord America come un’area appetibile per i propri investimenti. Se storicamente gli Stati Uniti sono da sempre un partner commerciale fondamentale – il terzo per importanza del nostro paese – anche il Canada merita particolare attenzione.

Le ragioni alla base di questa affermazione sono molteplici. Eccone alcune:

  • Il varo ufficiale nel 2017 del CETA, acronimo di Comprehensive Economic and Trade Agreement: è il trattato sottoscritto da Unione Europea e governo canadese che sancisce il libero scambio tra le due aree, abbattendo il 98% dei dazi doganali vigenti fino a quel momento e aprendo anche al mercato degli appalti pubblici. Secondo le stime, l’accordo avrebbe condotto a un aumento del 12,6% dell’esportazioni verso il Canada nei primi cinque mesi del 2019, segnando un importante vantaggio competitivo per le aziende europee.
  • Un territorio enorme (oltre 9.9 milioni di kmq), e due terzi dei 37 milioni di abitanti concentrati nell’area nota come corridoio Windsor -Québec City.
  • La rapida crescita di Toronto: con $ 28.3 miliardi investiti in oltre 5.000 opere infrastrutturali, una media di 000 immigrati annuali e a poche ore di volo da importanti centri come New York, Chicago e Boston, la città è il vero e proprio cuore economico della nazione. La vicinanza con gli Stati Uniti è sicuramente un grande vantaggio, soprattutto se si pensa all’interscambio commerciale giornaliero tra i due paesi: oltre 966 milioni di dollari.
  • Il notevole sviluppo di settori strategici come l’automotive e la ricerca aerospaziale, che contribuiscono rispettivamente al 38% e al 19% del PIL.

Questi dati aiutano a comprendere come il Canada possa rappresentare una destinazione ideale per prodotti e servizi italiani: le opportunità settoriali sono numerose e favorite dai regolamenti internazionali come il CETA, che dalla propria entrata in vigore ha contribuito positivamente a un rafforzamento degli scambi tra le aree.

Se da un lato dunque è ora più conveniente proporre i propri prodotti sul mercato canadese, dall’altro non è immediato individuare i partner ideali e i canali più adatti a questo scopo: ecco entrare in gioco le competenze di Matchplat e ITACA, insieme per aiutare l’imprenditoria italiana a sfruttare tutte le opportunità offerte da questo enorme territorio.

La combinazione di Big Data analysis e conoscenza del tessuto socio-economico locale si traduce in nuove prospettive di business, soprattutto per le PMI, solitamente prive della forza commerciale per entrare in mercati esteri.

Che si tratti della ricerca di nuovi fornitori, clienti e distributori, oppure del contatto diretto di quest’ultimi al fine di valutare l’interesse a instaurare nuove partnership, le competenze professionali delle due realtà sono pronte a unirsi per sviluppare soluzioni personalizzate sulla base delle esigenze di ciascuna realtà determinata a fare il suo ingresso nel mercato nordamericano nel modo migliore.

Per maggiori informazioni, non esitate a contattarci per scoprire tutti i dettagli dei nostri servizi, o a rivolgervi a ITACA per iniziare a conoscere il mercato canadese e statunitense.