Matchplat e l’Università degli Studi di Milano-Bicocca danno il via a una nuova partnership con cui sostenere l’attività del CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio) e di Bicocca4Management (B4M), la piattaforma di Alta Formazione del Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali e Diritto per l’Economia dell’ateneo.

Il nostro obiettivo è mettere a disposizione della comunità accademica metodi e strumenti di lavoro innovativi per ottenere risultati sempre più affidabili, in grado di riflettere la complessità dello scenario economico e sociale di oggi.

Matchplat e Univeristà Bicocca | Immagine a colori di uno studente che lavora a un progetto

Le realtà coinvolte: il CRIET e Bicocca4Management

IL CRIET, diretto dal professore ordinario di Management e Presidente della Società Italiana di Marketing Angelo Di Gregorio, nasce nel 2006 e vede oggi al suo interno numerose realtà del panorama universitario nazionale.

Il Centro si occupa di attività di studio e ricerca dedicate a temi centrali della nostra epoca come smart cities, approvvigionamento di materie prime, innovazione nella PA e sviluppo sostenibile.

Attraverso un approccio multidisciplinare e orientato alla convergenza pubblico-privato, il Centro costituisce il cuore di una rete tra aziende e istituzioni unite per promuovere la crescita del territorio.

Bicocca4Management è la piattaforma del Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali e Diritto per l’Economia dedicata all’alta formazione nel campo del management che offre a neolaureati e professionisti una selezione di master e corsi di perfezionamento orientati al mondo del business.

Ed è proprio per rendere più efficiente l’attività di queste istituzioni che in Matchplat abbiamo deciso di mettere a disposizione del UniMIB le nostre analisi di mercato automatizzate.

Gli strumenti: Intelligenza Artificiale, database globali e analisi rapide

Le attività di ricerca del CRIET richiedono soluzioni efficienti e all’altezza di obiettivi complessi.

Un esempio concreto è quello delle materie prime e delle tecniche per il loro approvvigionamento, oggetto di studio da parte di un osservatorio permanente all’interno al Centro.

Monitorare l’evoluzione di questo mercato significa analizzarne gli attori coinvolti, comprendendone non solo la quantità ma anche le caratteristiche: quali sono le attività svolte, quali i prodotti trattati, le metodologie impiegate e le certificazioni possedute.

Mettendo a disposizione del CRIET Explore e il suo database di 400 milioni di aziende, vogliamo rendere accessibile a staff e studenti una fotografia sempre aggiornata del mercato globale, ottenibile in poco tempo grazie ai nostri algoritmi d’Intelligenza Artificiale.

Così puntiamo a rendere più semplice lo studio di uno scenario produttivo oggetti di trasformazioni radicali negli ultimi anni.

Lo stesso principio si applica all’illuminazione pubblica e le smart cities: le pubblicazioni scientifiche e divulgative del CRIET hanno da oggi un supporto ulteriore per individuare le imprese attive nella realizzazione e distribuzione di tecnologie usate in questo campo.

Crediamo che la possibilità di sfruttare Explore e i suoi algoritmi per analizzare ogni settore rappresenti un valido alleato per la ricerca accademica nell’ambito economico e del management, aiutando centri come il CRIET nella propria di missione di studio delle grandi sfide del nostro tempo e delle soluzioni per affrontarle.