Il mercato ucraino è tra le prime venti economie del mondo con circa 3.350.000 aziende attive.

La crescita economica del Paese ha raggiunto un punto molto alto, con una percentuale del PIL intorno al 4,6% nel primo trimestre del 2019. Questa crescita è un chiaro segnale della salute del Paese e della rapida crescita delle imprese locali.

Dal grafico sopra riportato, si vede come il settore del Commercio al dettaglio sia il primo, con circa il 26,87% di tutto il mercato.

Al secondo posto troviamo il settore Commercio all’ingrosso con il 24,98% mentre il terzo è quello della Produzione con il 7,76%.

Il settore del Commercio al Dettaglio comprende gli esercizi che si occupano di commercio al dettaglio di merci, generalmente senza trasformazione, e di servizi accessori alla vendita di merci. Il processo di vendita al dettaglio è l’ultima fase della distribuzione delle merci; i dettaglianti sono, quindi, organizzati per vendere al pubblico merci in piccole quantità. Questo settore comprende due tipi principali di rivenditori: con o senza negozi.

Il settore del Commercio all’ingrosso comprende gli stabilimenti impegnati nella vendita all’ingrosso di merci, generalmente senza trasformazione, e nella prestazione di servizi accessori alla vendita di merci. La merce descritta in questo settore comprende la produzione agricola, mineraria, manifatturiera e alcune industrie dell’informazione, come l’editoria.

Il settore Manifatturiero comprende gli stabilimenti impegnati nella trasformazione meccanica, fisica o chimica di materiali, sostanze o componenti in nuovi prodotti.

Il mercato ucraino è una realtà interessante da esplorare e la crescita economica degli ultimi anni rappresenta una prospettiva importante e sarebbe interessante sviluppare una partnership strategica con le aziende locali.

Ultime news