Il mercato dei cereali rappresenta uno dei settori più importanti dell’industria alimentare con circa 20 milioni di aziende attive in tutto il mondo.

La lavorazione dei cereali è il punto chiave per la produzione di diversi tipi di prodotti, da quelli che troviamo ogni giorno sulla nostra tavola a quelli per gli animali, e per questo motivo possiamo definirlo come il punto di partenza per la maggior parte delle attività dell’industria alimentare.

Da questo grafico possiamo vedere i 10 paesi più grandi per numero di aziende attive nel settore cerealicolo.

Va notato che solo questi 10 paesi rappresentano più del 50% dell’intero mercato cerealicolo per numero di aziende attive.

La Cina si colloca al primo posto per numero di aziende attive nel mercato dei cereali con circa 2.600.000 aziende.

Francia e Italia si collocano al secondo e al terzo posto, ben lontano da poco meno di 300.000 aziende con 2.280.000 e 2.255.000 aziende rispettivamente.

L’Italia, però, a differenza degli altri due Paesi, è anche uno dei primi tre importatori di cereali, con una spesa di circa 2.080.000.000 di dollari all’anno per l’acquisto di cereali da altri Paesi del mondo.

Alla luce di quanto sopra, possiamo dire che il mercato dei cereali è un settore interessante: essere alla base di diverse filiere produttive lo rende una realtà interessante da esplorare per la creazione di partnership di fornitura.