Ultimamente mi è capitato d’imbattermi in molti articoli, video e post dove si parla di metodi per sviluppare la propria lead generation B2B in modo semplice e rapido.

Facciamo chiarezza. Non ritengo che tutto quello che si vede online sia di qualità scadente, anzi.

lead generation B2B 2

Molti di questi contenuti sono ben sviluppati e forniscono spunti di riflessione interessanti per chi inizia a muovere i primi passi in un campo tra i più importanti nelle aziende di oggi.

In questo breve articolo però, mi voglio soffermare su quelli che sono gli aspetti principali su cui focalizzo la mia attenzione in qualità di Lead Generator in Matchplat e spiegare quanto sia importante schedulare con attenzione un’attività ormai cruciale.

Come funziona la lead generation e su cosa baso le mie strategie

Si tratta indubbiamente di una strategia fondamentale per le imprese che si rivolgono al mercato B2B e garantisce ottimi ritorni sull’investimento solo se messa in atto sulla base di analisi accurate.

Ottenere nuovi clienti con la lead gen equivale a costruire relazioni di valore, guadagnando ogni mese la stima di persone che si fidano di noi e per questo continuano a scegliere i nostri prodotti e servizi.

Un tempo, la lead generation B2B era basata esclusivamente sull’incontro “fisico”, sul passaparola di consulenti e amici, sul partecipare alle fiere e a eventi di settori, oppure sulle classiche cold call. Tutti questi metodi sono ancora utilizzati, ma con bassi ritorni sull’investimento.

Al giorno d’oggi e sempre di più con la situazione attuale, l’utilizzo del digitale è diventato indispensabile per effettuare attività di lead generation: strumenti come l’e-mail marketing e i social network svolgono un ruolo chiave da questo punto di vista.

valore delle business information

In Matchplat però, svolgere attività di lead generation è molto diverso rispetto a qualsiasi altra azienda. Le business information in nostro possesso sono alla base del mio lavoro e mi permettono di prendere decisioni mirate a seconda dell’andamento di ciascun mercato di riferimento.

Partendo quindi da dati affidabili relativi a tutti i miei potenziali clienti, mi è possibile orientare le mie comunicazioni e i miei post sponsorizzati sui prospect corretti, attirando la loro attenzione su quanto sta accadendo nel mercato.

Consigli pratici per aumentare l’efficienza dell’attività

L’acquisizione di un lead rappresenta il principio di un funnel di vendita: un percorso in cui è fondamentale accompagnare il potenziale cliente, proponendoci come un punto di riferimento per rispondere alle sue esigenze.

Dobbiamo quindi mettere al centro della nostra strategia le persone, che sicuramente avranno un problema da risolvere o un desiderio da soddisfare, e farci riconoscere come il “dottore che cura il loro problema” o come il “genio della lampada che esaudisce i loro desideri d’impresa”.

Il mio consiglio è quindi abbandonare il marketing tradizionale, pensando in primis alle necessità dei nostri clienti.

Non dimentichiamoci dunque che il nostro obiettivo è riuscire a portare valore a ogni lead, al fine distinguerci come figure preparate e autorevoli.

Per questo motivo è importantissimo creare dei contenuti di alta qualità, che permettano all’interlocutore di riconoscere la nostra competenza in materia.

Anche questo implica la conoscenza del nostro target e per questo reputo l’utilizzo di dati commerciali aggiornati un elemento fondamentale per dare vita a strategie vincenti.

Terzo e ultimo aspetto da prendere in considerazione è l’efficienza: affidarsi al giusto provider d’informazioni e ai migliori strumenti di marketing automation fa veramente la differenza. Analisi precise e processi automatici ci consentono d’incrementare la produttività e la qualità del lavoro.

Se il nostro interesse è quello di approfondire la lead generation, non va inoltre dimenticata una cosa importante: i test. Sbagliare, provare e riprovare non solo è possibile, ma anche necessario: solo così possiamo sapere quale sia la strada da intraprendere.

Non demoralizziamoci quindi se il risultato non arriva: basta fermarsi, rielaborare le informazioni in nostro possesso e progettare una nuova strategia.

Conoscere il proprio target è quindi fondamentale per una lead generation efficace: partire da informazioni mirate è indispensabile per chi vuole effettuare un’attività completa, senza spreco di risorse ed efficiente sotto tutti gli aspetti.